Home

Donne, la violenza può colpire chiunque

 

A mio padre e

a mio figlio:                                                                                                                 

gli unici due

Uomini della

mia vita.

Dal romanzo “Su ali di farfalla”:

L’amore quando arriva, lo riconoscete, perché non fa male: non umilia, non giudica, non deride, non vi vuole diverse, non soffoca le passioni, non controlla i pensieri. L’amore è condivisione e non possesso; è premura, ma non controllo; è presenza, ma non ossessione. È sacrifico, inteso nel senso etimologico del termine, dal latino sacer facio, che significa “rendere sacro”, scevro da forme di sottomissione. (Ambra Sansolini)

 

 Presentazione del sito

 

Dalla parte delle donne

Troppe le donne che in Italia subiscono violenza : oltre ai casi presentati dai media, ce ne sono migliaia taciuti anche dalle stesse vittime. I dati sono allarmanti : donne umiliate, perseguitate, picchiate, sfregiate, uccise. Per femminicidio s’intende ogni azione capace di ledere la donna in quanto donna.

Segni indelebili dell’anima

Non necessariamente, gli abusi sfociano nell’omicidio, ma procurano comunque danni permanenti. La violenza fisica è sempre preceduta da quella psicologica.

Informare= salvare

Il femminicidio non è quasi mai opera di un “raptus”. Il piano di distruzione inizia molto prima ed è studiato meticolosamente dal carnefice . Le tragedie sono annunciate. Premesso tutto ciò, diviene importante sapere riconoscere in tempo i segnali di un rapporto malato. Essere informate su alcune dinamiche, risulta quanto mai fondamentale. Conoscere significa salvarsi.

La violenza sulla violenza: donne in trappola

Troppo spesso la vittima cade in una disperazione infinita, per cui non vede altra uscita che soggiacere al suo aguzzino . La causa è da ricercare nel sostrato socio-culturale delle nazione e in una Giustizia troppo lenta e ancora sorda al grido di aiuto di molte donne. Sono tutti elementi complici del protrarsi della violenza di genere.

Clicca qui 

Uscire dal tunnel: si può

Analizzeremo anche il complicato cammino di guarigione, intrapreso dalle fortunate superstiti e il ruolo dei figli, come spettatori di scene orripilanti.

Comprendere per non giudicare

Quante volte abbiamo sentito dire : “Se l’è cercata. Perché, se la picchiava, non l’ha lasciato?” Abbiamo delle risposte a tali quesiti, senza scadere invece nel mero giudizio.

Sanità mentale o pazzia?

In molti processi penali, l’aguzzino, per avere uno sconto della pena, finge una malattia mentale. Cosa viene fuori dalle CTU? Come fa un soggetto affetto da un disturbo di personalità, a essere così diabolicamente preciso nel piano di distruzione attuato per colpire la donna?

Da carnefice a vittima

A quanti plateali ribaltamenti di ruoli, da carnefice a vittima, abbiamo assistito, senza che il vero aguzzino fosse smascherato e punito a norma di Legge? Si tratta quindi di un “folle” oppure di un soggetto sano sul piano psichico? Esistono delle risposte a tutte queste domande, che troverete all’interno del blog.

Violenza e società moderna

Nostro interesse sarà anche quello di esaminare altre forme di violenza, come il bullismo, il cyberbullismo, lo stupro, le persecuzioni sul web etc. Esiste un legame tra globalizzazione, tecnologia e violenza?

Uniti per un futuro migliore

Nella speranza che un domani prossimo, sia il nostro Stato a tutelare maggiormente le donne vittime di violenza, lottiamo in nome di ogni rosa recisa alla vita. Il nostro impegno è in onore di tutte coloro che non ce l’hanno fatta.