Una comunicazione che fa ammalare

 

di Ambra Sansolini

 

Introduzione

Solo chi ci è passato sa quanto possa essere distruttiva la comunicazione con un narcisista perverso. Tutte le vittime, pur non sapendo di cosa si trattasse, hanno provato tuttavia una sensazione di sfinimento e addirittura di disperazione. Come riesce il carnefice a portare la preda sull’orlo del baratro? E soprattutto usa questo tipo di comunicazione anche con gli altri?
Per cercare di non farci più irretire dalle trame del ragno velenoso, entriamo nello specifico della questione.

Leggi tutto “Una comunicazione che fa ammalare”

La comunicazione paradossale

 

di Ambra Sansolini

 

Introduzione

Come comunica l’uomo maltrattante? In modo paradossale e assurdo. Si tratta di una forma subdola di violenza e manipolazione, attuata nella fase iniziale del rapporto e dopo la separazione o il divorzio, nel caso in cui vi siano figli in comune. Lascia segni permanenti nella vittima, che si sente intrappolata in dialoghi privi di senso e senza uscita.

La corda

Arriva un punto in cui la relazione idilliaca dei primi tempi, con le parole romantiche e le promesse d’amore, lascia spazio a frasi incomprensibili, taglienti come lame. L’aguzzino soffoca così la donna, come se le mettesse attorno al collo una corda. Questa inizia a interrogarsi sulla propria capacità comunicativa, poiché i messaggi che veicola al partner, non vengono recepiti. Ad aggravare tutto ciò, subentra poi la proiezione del senso di colpa, fatta sadicamente dall’abusante per destabilizzare ancora di più la compagna o moglie. In fondo la comunicazione è alla base di ogni rapporto umano, ma rappresenta il primo ingrediente che manca all’interno di situazioni in cui vige un modello dominante. Diventa per l’aguzzino il mezzo principale attraverso cui distrugge l’autostima dell’altra persona.

Leggi tutto “La comunicazione paradossale”