Blog

Il nuovo volto del sito: una parte dedicata all’amore

 

Informiamo i gentili lettori del sito che mentre stiamo ancora impiegando le risorse per suggerire la via di salvezza alle donne vittime di violenza,  abbiamo iniziato a raccogliere una serie di testimonianze di coloro che hanno preso il volo.

Dopo un anno dall’apertura di questo blog, è giunto il momento di dedicare spazio e righe anche alla fase post violenza. Tutto ciò per dare concreta dimostrazione di come sia possibile uscire da un vissuto simile, sicuramente cambiate, ma in meglio.

Leggi tutto “Il nuovo volto del sito: una parte dedicata all’amore”

Dai vostri commenti: spunti e riflessioni per ripartire insieme

 

 

di Ambra Sansolini

La relazione tossica con un/una narcisista. Si può tornare ad amare?

In questo periodo di stop del sito, ho avuto modo di esaminare con calma alcuni commenti dei lettori. Dai medesimi è emerso il dolore e la difficoltà di uscire dalla relazione con un/una narcisista. Pertanto, mi sembra opportuno riprendere con alcune testimonianze dirette di chi ha vissuto lo stesso buio, ma è riuscito poi a scorgere la luce.

Leggi tutto “Dai vostri commenti: spunti e riflessioni per ripartire insieme”

L’augurio di buone vacanze. Quando interrompere il passo di marcia nulla toglie alla missione.

 

Si avvisano i lettori che il sito www.violenzadonne.com resterà chiuso fino al 20 agosto. Con l’occasione auguriamo a tutti buone vacanze.

 

di Ambra Sansolini

Sono stata indecisa fino all’ultimo se interrompere qualche giorno il sito web oppure no. Quando ciò che facciamo diventa una missione, non esistono pause o riposi. Ma alcune volte un po’ di distacco serve a riprendere vigore e concentrazione. Sono ormai due anni che scrivo di violenza tra il romanzo “Su ali di farfalla” e questo sito. E non nego che, talvolta, affrontare tale argomento diventa davvero doloroso e complicato.

Leggi tutto “L’augurio di buone vacanze. Quando interrompere il passo di marcia nulla toglie alla missione.”

La violenza compiuta dalle Istituzioni. Quando a pagare sono donne e bambini

 

Articolo tratto dall’Associazione Olafa

Introduzione

Sono ormai innumerevoli a Torino i casi in cui le donne, vittime di violenze, subiscono le umiliazioni e le discriminazioni proprio dalle Istituzioni. È quanto sta accadendo alla Dr.ssa Olga Chernikova, la madre di Alessandro Digiorgio. Il tribunale per i Minorenni della città piemontese ha arrecato un danno enorme a questo bambino, vittima delle torture e dei maltrattamenti da parte del padre e precedentemente da parte degli educatori della comunità “Altalena”. Un oltraggio alla Giustizia italiana e allo Stato. Ogni magistrato dovrebbe essere chiamato a rispondere con coerenza ai reati, applicando le norme adattabili a ogni altro cittadino e quelle inerenti alla qualità di pubblico ufficiale per le fattispecie delittuose, compiute nell’esercizio delle funzioni.

Leggi tutto “La violenza compiuta dalle Istituzioni. Quando a pagare sono donne e bambini”

“Su ali di farfalla”: quando la violenza diventa una lezione d’amore

 

di Ambra Sansolini

Introduzione

“Su ali di farfalla”: un romanzo che, attraverso la violenza, parla dell’amore. Nessuno si chiede mai quali sogni, speranze e desideri hanno trascinato le donne in storie pericolose. Eppure, è stato proprio il bisogno di donare e ricevere amore a condurle in quel precipizio. Allora, cosa dobbiamo insegnare alle ragazze di oggi? Evitare l’amore equivale a salvarsi dalla violenza?
E soprattutto, in che modo tornare a nutrire il più alto dei sentimenti, dopo che si è uscite dal tunnel?

Leggi tutto ““Su ali di farfalla”: quando la violenza diventa una lezione d’amore”

Il vademecum della salvezza per le donne vittime di violenza

 

Il romanzo “Su ali di farfalla” offre ai lettori una sorta di vademecum finale nel quale trovare consigli pratici per sfuggire a un uomo violento o, quanto meno, arginare i danni soprattutto in caso di separazione o divorzio con figli in comune.

Il vero dramma della violenza sulle donne è che l’atroce sofferenza  non termina con la denuncia e la fine della relazione. Le azioni malevole del maltrattante continuano attraverso i cavilli di una Giustizia minorile, che al momento regala più spunti di abusi al carnefice che protezione alle vittime di violenza e ai loro figli.

Leggi tutto “Il vademecum della salvezza per le donne vittime di violenza”

Donne: vittime e carnefici per amore

 

di Ambra Sansolini

 

Introduzione

L’amore porta le donne a essere vittime. Più raramente carnefici. Cosa spinge una creatura femminile a voler distruggere un’altra simile? Solo l’amore è la porta di ingresso che apre la strada a situazioni pericolose?
Per capire meglio questi drammi, prenderemo in esame le tragiche storie di Sarah Scazzi e Rossana D’Aniello.

L’amore: un sogno tutto al femminile che mette a nudo le nostre fragilità

Nei casi di femminicidio, compiuti da un uomo, l’amore è il laccio con il quale intrappolare la donna. Il più nobile sentimento umano diventa così la maschera preferita dall’aguzzino. Tutto ciò è facilmente attuabile perché esso trova sede soprattutto nel cuore femminile. Sono le donne a crescere fin da bambine con questo sogno, fatto di passione e dedizione. Troppo spesso bisognose di accettazione e cura, l’impellente desiderio di essere amate le trascina in relazioni tossiche, che possono rivelarsi addirittura letali. Per lo stesso motivo, anche se molto più raramente, arrivano a indossare i panni dell’assassino, agognando la distruzione di un’altra donna.

Leggi tutto “Donne: vittime e carnefici per amore”

A Torino traffico di esseri umani e minori. L’Associazione Olafa lotta per la giustizia.

 

L’associazione OLAFA sta indagando circa i numerosi casi di torture, maltrattamenti, omicidi, aggressioni, rapimenti, traffico illegale, vendita dei minorenni e le presunte attività criminali a Torino e su tutto il territorio italiano. L’autorità torinese ha fatto da intermediario in alcune delle più vaste attività criminali internazionali degli ultimi venti anni. È confermato con certezza assoluta che la città ha piena responsabilità per i crimini organizzati, le frodi finanziarie, la corruzione pubblica e tutte le altre attività criminali tradizionali. I rapimenti di neonati negli ospedali italiani vengono organizzati da parte dei servizi sociali: sono state colpite regioni quali  le Marche, il Trentino-Alto Adige e l’Abruzzo.

Leggi tutto “A Torino traffico di esseri umani e minori. L’Associazione Olafa lotta per la giustizia.”

Lo stalking giudiziario, questo sconosciuto. La vendetta preferita dagli uomini violenti

 

di Ambra Sansolini

 

Introduzione

Se pensiamo allo stalking, cosa ci viene in mente? Telefonate continue, lettere anonime, appostamenti nei luoghi frequentati dalla vittima, dispetti agli oggetti personali  etc. Tutto vero. Eppure esiste una forma di stalking più subdola, ma altrettanto nociva. Stiamo parlando del così detto “stalking giudiziario”.

In cosa consiste lo stalking giudiziario?

Il nostro stato di diritto permette a chiunque di accusare una persona attraverso il ricorso alla Legge. Insomma, se ce l’abbiano con il vicino di casa, possiamo benissimo svegliarci una mattina e trascinarlo come convenuto in pretestuose cause civili. I motivi per fare questo esistono sempre e sono i più disparati. Naturalmente, non è garantita la vittoria del processo, visto che si costruisce un castello di sabbia, lontano dalla verità. E anche l’attore deve affrontare una serie di spese legali che, considerati i tempi dilatati della magistratura, sono onerose.  E allora perché mettere in moto questo meccanismo infernale per tortururare qualcuno?

Leggi tutto “Lo stalking giudiziario, questo sconosciuto. La vendetta preferita dagli uomini violenti”