Un nuovo modo di essere vittima

 

di Ambra Sansolini

Le donne non muoiono solo per mano del loro carnefice, ma  soprattutto a causa di un sistema malato, per il quale essere vittime significa aspettare passivamente la propria morte.

Vittima è uno stato in divenire e transeunte. Non è un modo di essere. Si tratta di un passaggio obbligato da fare per volare verso la Libertà.

Iniziamo ad abbandonare l’idea che una vittima debba trascinarsi nella passività. Impariamo ad alzare la testa e la voce, se qualcuno ci sottopone a violenza. Ci hanno insegnato a chinare il capo, a seppellire il dolore nel silenzio, perché per loro era più conveniente così. Hanno fatto accrescere in noi un assurdo senso di colpa, per cui se sei vittima è perché in qualche modo  te la sei cercata.

La violenza è una spirale. Non è una caso se una volta che sei stata etichettata come vittima, lo sarai in altri ambiti e per altre persone. Come un marchio a sangue, che concede agli altri la possibilità di calpestarti arbitrariamente. Bisogna spezzare questa catena e iniziare a capire che vittima non è sinonimo di fragilità. Vittima non coincide con stupidità.

Per chi governa il nostro Paese e gli organi preposti alla tutela delle donne, appare più facile imprigionare le vittime che i carnefici. Perché per sbattere in carcere i secondi, bisognerebbe rivedere una serie di cose che non funzionano. Invece per mettere in galera le vittime basta far loro interiorizzare il senso di colpa del sopruso subìto e convincerle che non avranno possibilità di riscatto.

Ecco perché, per mettere fine alla violenza sulle donne, bisogna fare una rivoluzione culturale e sociale. Ci vede come vittime chi è vittima di un sistema malato. Ci vede come schiave chi è schiavo di un meccanismo sporco.

“Non sono una vittima, siete voi che mi vedete così”, questo deve diventare il motto.

Secondo l’esistenzialismo di Jean Paul Sartre “l’inferno sono gli altri” (“A porte chiuse”): gli  altri ti vedono come vogliono vederti loro, non per quello/a che sei realmente . Ti danno significati diversi, togliendoti la tua identità.  Leggi il contenuto dell’opera

Leggi il romanzo “Su ali di farfalla”, la cui protagonista, Agnese, incarna un nuovo modo di essere vittima.

Oppure scarica il romanzo in formato ebook 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.